Cos’è la giornata della Memoria e dell’Accoglienza?

Il 16 marzo 2016 il Senato italiano ha approvato la proposta di legge del Comitato 3 Ottobre per l’istituzione della “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza”, volta a creare una memoria e una cultura dell’informazione e dell’accoglienza.

La “Giornata della Memoria e dell’accoglienza” si celebra il 3 ottobre di ogni anno e coinvolge diversi Comuni, comunità locali e, in particolare, numerose scuole distribuite su tutto il territorio nazionale.

Le attività di commemorazione e sensibilizzazione prevedono anche la partecipazione diretta di rifugiati, sopravvissuti e parenti delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 e di altre stragi in mare.

La “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza” è organizzata, dal 2014, in collaborazione con il Comune di Lampedusa e Linosa. Dal 2014 ad oggi l’iniziativa ha coinvolto oltre 800 studenti provenienti da 220 scuole di 20 Paesi dell’Unione Europea.

La  campagna

L’iniziativa #siamosullastessabarca è la campagna del Comitato nata in occasione della sesta Giornata della Memoria e dell’Accoglienza che quest’anno porterà a Lampedusa più di 60 scuole da circa 20 Paesi dell’Unione Europea.

La barca passa da mero simbolo delle migrazioni a metafora del mondo nel quale, prima di qualsiasi altra distinzione, siamo tutti esseri umani. L’iniziativa nasce per riempire il vuoto e lo spaesamento etico con la partecipazione attiva dell’opinione pubblica e, in particolare, delle nuove generazioni al fine di stimolarli a diventare motore di un cambiamento duraturo attraverso il dialogo e la condivisione con l’altro.

Le scuole coinvolte

Dal 2014 ad oggi l’iniziativa ha coinvolto oltre 800 studenti provenienti da 220 scuole di 20 paesi dell’Unione Europea.

 

Sotto puoi trovare la mappa interattiva delle scuole che hanno partecipato alla “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza” dal 2015 a oggi.

Il programma 2021

In occasione della Ottava “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza”, il progetto “SIAMO SULLA STESSA BARCA” porterà sull’isola, dal 30 settembre al 3 ottobre, studenti provenienti da tutta Europa insieme ai superstiti e ai familiari delle vittime dei naufragi del Mediterraneo.

Il progetto SIAMO SULLA STESSA BARCA si inserisce nel Progetto Fami “Porte d’Europa 2020/2021” e vede coinvolti il Comitato 3 Ottobre insieme all’Istituto Omnicomprensivo L. Pirandello di Lampedusa e al capofila C.P.I.A. di Agrigento. Le giornate sono realizzate in collaborazione con il Comune di Lampedusa e Linosa.

Il progetto è finalizzato a rafforzare la consapevolezza e la conoscenza dei giovani in età formativa sui temi del fenomeno  migratorio, dell’interdipendenza globale e dei diritti umani, dell’integrazione culturale e dell’accoglienza dei migranti, dei rifugiati e dei richiedenti asilo.

L’obiettivo è quello di promuovere nelle giovani generazioni europee occasioni di apprendimento – nella prospettiva dell’educazione interculturale – per favorire una cultura dell’accoglienza e della solidarietà al fine di contrastare intolleranza, razzismo e discriminazione e favorire processi d’ inclusione e inserimento sociale dei migranti.

I nostri partner
Partner istituzionali
Partner
Ong – Associazioni

Unione Europea

Miur

Ministero dell’Interno

Istituto L. Pirandello di Lampedusa

CPIA Agrigento

Amnesty International

Asgi – Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione

Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra

Centro Astalli

Cisom – Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta –

Generazione Ponte

Medici Senza Frontiere

OIM

Save The Children

Unhcr 

Refugees welcome

Legambiente

Guardia Costiera

Festival Divercity

Denish Refugee Council

LABANOF (Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense dell’Università degli Studi di Milano)

I nostri laboratori

Amnesty International

Asgi – Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione

Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra

Centro Astalli

Cisom – Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta

Generazione Ponte

Medici Senza Frontiere

OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

Save The Children

Unhcr 

Refugees welcome

Legambiente

Guardia Costiera

Andi Ngaso

Mpanzu Bomenga

Denish Refugee Council

LABANOF (Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense dell’Università degli Studi di Milano)

Alessandro Penso

Diritti umani e parole d’odio

Dalla violenza di strada alla violenza istituzionale: donne nigeriane al centro

Identità migranti

Finestre: Nei panni dei rifugiati

Il viaggio, il mare e il soccorso sanitario del Cisom

La tratta di esseri umani

Nascosti a piena vista

Refugees, not just numbers

Storie di un viaggio

Escursione alla riserva naturale

Divercity

Migration and EU citizenship: what can you do to change the world?

L’identificazione delle vittime del Mediterraneo: un diritto e una sfida scientifica

Frontiere: dal fotogiornalismo allo storytelling

Le attività

Nei giorni precedenti alla cerimonia commemorativa sul luogo del naufragio studenti di tutta Italia ed Europa vengono invitati sull’isola e partecipano a seminari, laboratori, concerti e proiezioni incentrati sui seguenti temi:

  • Migrazioni
  • Diritti umani
  • Razzismo e discriminazione
  • Diritti dei migranti e dei rifugiati (in particolare dei minorenni)
  • Soccorso in mare
  • Pratiche connesse all’accoglienza e all’istituto dell’asilo
Le scorse edizioni

EDIZIONE 2019

EDIZIONE 2018

EDIZIONE 2017