fbpx
Tavola disegno 4 copia 7

#invisibili – il tuo 5×1000 al Comitato 3 ottobre

Il Comitato 3 ottobre si impegna dal 2016 nel tentativo di dare un nome alle numerose vittime delle stragi in mare. Attualmente in Italia ci sono migliaia di persone migranti morte ancora senza un nome. La nostra battaglia è per dare un’identità e una degna sepoltura alle vittime. Negare questo diritto è contro ogni principio di umanità. Proviamo a pensare se in fondo al mare ci fossero le persone a noi care. Devolvere il 5×1000 al Comitato 3 ottobre Accoglienza Onlus significa sostenere l’accoglienza, a chi ha perso la vita nel tentativo di arrivare in Europa.

Come verranno spesi i soldi del 5x1000?

I soldi che riceveremo dal tuo 5×1000 saranno utilizzati per l’identificazione e per dare una degna sepoltura a tutte quelle persone che ancora giacciono abbandonate dopo anni, senza che le famiglie abbiano informazioni a riguardo o un luogo dove piangere i propri cari. 

 

L’identificazione di un cadavere non è un processo semplice: serve un prelievo dal corpo da confrontare con un prelievo ad un membro della famiglia che cerca una persona scomparsa. Spesso le famiglie vivono distanti da dove si trovano molti corpi attualmente (per la maggior parte in Sicilia).

 

COSTO PRELIEVO SALIVARE:

Media 320 €

COSTI DOGANA:

Paese terzo: 180-200 €

COSTO LAPIDE CON INCISIONE:

Incisioni su gres: 300 €

Incisioni su scale in marmo: 400 €

Costo lapide di travertino: 400 €

COSTI CIMITERIALI MEDI PER TUMULAZIONE:

Oneri cimiteriali: 300 €

Media totale per identificazione per pax: 1.500 €

(foto sotto) Il cimitero di Sciacca con 19 corpi di persone morte in mare non identificati prima e dopo il lavoro del Comitato 3 ottobre. 

Perché è importante identificare tutte le vittime?

Altri articoli

Italia e migrazioni: facciamo chiarezza

Viaggi organizzati, taxi del mare, pull factor per le partenze, centri sociali galleggianti, sbarchi selettivi, carico residuale. Ancora una volta prevalgono gli